maternità

Ho invitato le foglie del boscoad una festapassavo da lì quel mattinoper la sera attendevoil mio bambino. E lui nacque.Vagiva tutto rosso, allarmatonon capiva cosa gli fosse capitatoLo chiamai “Nessuno” come suo padree il nonno.Poi lo lasciai,avevo altro da fare. E vennero le foglie,le invitate.Lo presero con sè.Sui castelli degli alberilo fecero crescere felice. NonContinua a leggere “maternità”