Marchesana

Andar tra cespugli di basilico
e selvaggia nepitella
a ritrovar
gli odori e la campagna
firmamenti stellati
e vaga inebriante essenza
come di gioventù 
come esultanza.

Chi appare questa notte
tra i tuoi gelsi
dove abitano gelosi
gli spiriti degli avi e dei tuoi 
immensi amanti? 
Chi si scalda
al volteggiar d’ali e di vele
oscillanti silenzi
sulle onde di ciò che di noi udisti?

Nessun silenzio è eterno
e di nuovo e sempre torno a te
carica d’anni adesso
e di fatica.
Senza sorrisi veri
e senza gioia.
Ma il tuo magico fascino
m’attrae nella memoria,
e lì m’inchioda. 

Il nostro Principe Azzurro
appartiene a un’altra età
e in te in me
la Bella Addormentata
di promesse piena
e di sfolgorante audacia

sogna Angelina
il forno il pane caldo
e…
dorme ancora.

tramonto sulle Eolie