tuffo

come per una proroga
non è più polvere
il tempo

al centro della notte 
immagini dove sia il 
tuo inguine?

deglutire
dove le lingue si attorcono
al centro della notte
ciò che non indossi svolge indagini
accade!

m’incateno all’aria
i suoi polsi mi afferrano
vedersi è un destino

al centro della notte
un tuffo si posa
nel corpo
come dentro una luce

un tuffo nel corpo
la mano nasce sull’inguine
a lacerare di gioia il 
volto

Io ti so
dove tu sai me